Casinareale: prodotti alimentari
menu

 

 

Casinareale, giovane e dinamica azienda nasce a Serre, in provincia di Salerno (Italia), in un'area a tradizionale vocazione agricola, divenuta net tempo fra le piiu avanzate a livello internazionale, net settore delta produzione e delta trasformazione di conserve alimentari.

II territorio campano esprime un patrimonio unico di valori legati alla terra, ai suoi prodotti e all'operosity di chi, da decenni semina, irriga, raccoglie, trasforma, con la passione di un tempo e la tecnologia di oggi.
Ci troviamo, infatti, all'interno di una delle zone piu ricche delta Piana del Sele, nell'Oasi del WWF di Persano, a pochi chilometri da Paestum.

 

I Monti degli AlburniI Monti degli Alburni, da "albus", cosi denominati grazie alla presenza delle blanche rocce di origine calcarea the ne caratterizzano la conformazione, costituiscono la parte settentrionale del Parco del Cilento e del Vallo di Diano e si estendono per circa duecento chilometri quadrati.

Mentre ii versante settentrionale appare dirupato e di non facile accesso, quello meridionale presenta una conformazione modestamente inclinata, the lascia spazio a estese faggete e a pascoli rotti qua e lada imponenti manifestazioni di natura carsica, con grotte abitate fin dal neolitico, cavita, inghiottitoi, campi solcati the riprendono le allungate fratture interne del rilievo.

II panorama che si gode dalla sommita del massiccio, a 1742 metri di altitudine, e eccezionale: gli Alburni rappresentano un punto di vista naturale dal quale a possibile osservare l'intera piana del Sele.

 

Il territorio è attraversato dal fiume Sele e dal fiume Calore.

Localita' da visitare facilmente raggiungibili da Serre

Scavi archeologici di PAESTUM
Scavi archeologici di NOVI VELIA
Certosa di PADULA
Grotte di CASTELCIVITA
Grotte di PERTOSA

 

Grotte di Castelcivita   

Si trovano lungo la valle del flume Calore, qualche chilometro a valle dal centro omonimo. Le grotte si sviluppano per 4.800 metri di Iunghezza raggiungendo una profondita massima di 52 metri; sono attrezzate ed in buona parte visitabili.
AII'occhio del visitatore le grotte appaiono come un'impressionante successione di ambienti ornati di sculture naturali dai fantastici profili (stalattiti, stalagmiti, cascate calcaree, colonne); la particolare conformazione delle grotte ha generato una serie di denominazioni tratte in gran parte dalla mitologia o ispirate ad altri elementi naturali. Le grotte, principale vanto di Castelcivita, offrono un incantevole paesaggio sotterraneo che si snoda per 4200 metri.

La forza dell'erosione
e della corrosione dell'acqua sui calcari del Cretaceo Superiore (periodo che segnò la scomparsa dei dinosauri) sono qui documentate in tutta la loro maestosa potenza.
Reperti fossili testimoniano che le grotte costituirono un primo e sicuro rifugio per l'uomo nel Paleolitico superiore (all'incirca 40.000 anni fa).

Esse sono il vanto del Parco del Cilento e Vallo di Diano; rappresentano l'immagine viva di uno spettacolo sublime che non può essere descritto e la cui bellezza può essere verificata solo visitandole.

 Grotte di Pertosa

Grotte di PERTOSA Nel verde della catena degli Alburni, a circa settanta km da Salerno, in un suggestivo anfiteatro naturale sono situate le Grotte dell'Angelo o di Pertosa. Studi recenti ne fanno risalire l'origine a circa trentacinque milioni di anni or sono. Numerosi reperti dimostrano che le Grotte furono abitate fin dall'età della pietra; Greci e Romani adibirono l'antro a sede di culto ed infine i Cristiani le consacrarono a San Michele Arcangelo.



Le Grotte dell'Angelo sono facilmente raggiungibili attraverso l'autostrada A3 Salenno - Reggio Calabria con uscita a Petina oppure a Polla a soli 6 Km dalle rispettive uscite.
A circa duecento metri dall'antro delle Grotte vi è un ampio parcheggio per auto e bus, e senza rompere l'armonia della natura, nei dintorni sono sorti efficienti luoghi di ristoro, dove si possono gustare le squisitezze e le genuinità della cucina locale.

 

Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, secondo parco in Italia per dimensioni, si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell'appennino campano - lucano, comprendendo le cime degli Alburni, del Cervati e del Gelbison, nonché i contrafforti costieri del M. Bulgheria e del M. Stella.
Alle straordinarie emergenze naturalistiche, dovute alla notevole eterogeneità del territorio, si affiancano il carattere mitico e misterioso di una terra ricca di storia e cultura: il richiamo della ninfa Leucosia, alle spiaggie dove Palinuro lasciò Enea, dai resti delle colonie greche di Elea e Paestum, alla splendida Certosa di Padula.
E quanto altro potrete trovare in una terra ancora tutta da scoprire.

 

 

 

 
ITA    ENG                   

Piazza Municipio - 84028 Serre (Salerno) | Tel.: 0828. 974685 - Fax: 0828.977670 | e-mail: info@casinareale.it